CORSI DEL XXXV ANNO ACCADEMICO
I Corsi si tengono presso il Teatrino Civico di Chivasso, dal lunedì a giovedì, dalle 16 alle 17,15.
Il personale della Segreteria Corsi sarà presente durante il periodo dei corsi per:
• fornire tutte le informazioni sui vari corsi
• registrare le presenze ai vari corsi
• informazioni generali sulle attività dell' UNIVERSITA’ della TERZA ETA’
CN. B CORSO & DOCENTE
  1. La nascita del fascismo Silvio BERTOTTO
  2. Ugo Foscolo Mons. Edoardo CERRATO
  3. Storia del balletto Rosemarie STANGHERLIN
  4. La musica sacra Antonio PACETTA
  5. La sicurezza domestica Vincenzo GENTILUOMO
  6. Osteopatia senile ed infantile G. LUPPINO e L. MICHELINI
  7. La legalità P.BOGLIANCINO-M.ROZZINO
  8. L’enigmistica Marinella ZANDA
  9. Temi di legislazione Marinella TERRAGNI
  10. Fondamenti di Fioterapia Michela CLEMENTE
  11. Saluzzo e Hans Clemer Giorgio NIGRA
  12. Le donne costituenti Margherita BARSIMI


Corso 1
MICHELANGELO MERISI detto IL CARAVAGGIO

DOCENTE
Fabrizio FANTINO
- Laurea triennale in Storia dell’Arte Moderna presso l’Università degli Studi di Torino, facoltà di Scienze della Formazione, Corso di Studi in DAMS (tesi: Problemi aperti: la situazione della critica su Defendente Ferrari; valutazione 109/110). Laurea Specialistica in Metodologia e Storia del Museo, del Restauro e delle Tecniche Artistiche presso l’Università degli Studi di Torino, facoltà di Scienze della Formazione, Corso di Studi in DAMS (tesi: L’attività giovanile di Defendente Ferrari: dagli esordi nella bottega dello Spanzotti alle prime opere datate; valutazione 110/110 con lode). Dottorato di ricerca in Discipline Artistiche, Musicali e dello Spettacolo, indirizzo in Linguaggi e Sistema delle Arti Figurative (XXII ciclo), vinto nell’ottobre 2006 presso l’Università degli Studi di Torino (tesi: Defendente Ferrari: un pittore piemontese tra Gotico e Rinascimento).

DESCRIZIONE CORSO
Michelangelo Merisi, o Amerighi, noto come il Caravaggio (Milano, 29 settembre1571 – Porto Ercole, 18 luglio1610), è stato un grande pittore italiano. Formatosi tra Milano e Venezia e attivo a Roma, Napoli, Malta e in Sicilia fra il 1593 e il 1610, è uno dei più celebri pittori italiani di tutti i tempi, assurto a fama universale solo nel XX secolo, dopo un periodo di oblio. I suoi dipinti, che combinano un'analisi dello stato umano, sia fisico, sia emotivo, con uno scenografico uso della luce, hanno avuto forte influenza sulla pittura barocca.Animo particolarmente irrequieto, nella sua breve esistenza affrontò gravi vicissitudini. Data cruciale per l'arte e la vita di Merisi fu il 28 maggio 1606: responsabile di un omicidio durante una rissa e condannato a morte, dovette sempre fuggire per scampare alla pena capitale. Il suo stile influenzò direttamente o indirettamente la pittura dei secoli successivi, costituendo la corrente del caravaggismo.
0 2 ottobre
09 ottobre
16 ottobre
16,00/17,15


Corso 2
CRONACHE DA UNA ITALIA MIGLIORE

I RELATORI
Quest’anno dedichiamo il ciclo di incontri CRONACHE DA UNA ITALIA MIGLIORE al tema dell’accoglienza, un tema spinoso in questi tempi, ma che ha avuto tante realizzazioni positive negli anni: Incontreremo il Prefetto di Torino che ci spiegherà le strategie che lo Stato sta mettendo in atto per gestire questo delicato problema e successivamente conosceremo due casi di integrazione esemplari


Renato SACCONE
è dal 2016 Prefetto della Provincia di Torino. Nato nel 1956 a Santa Maria Capua Vetere (CE), laureato in Giurisprudenza, ha frequentato il Corso di formazione per funzionari della carriera direttiva amministrativa dello Stato presso la Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione entrando nell'Amministrazione civile dell'Interno - carriera prefettizia - il 15 dicembre 1982. Prefetto dal 2009, è stato, tra l’altro, Prefetto di Siena.

Sekhou, GASSAMA,senegalese d’origine, dopo un lungo viaggio, giunge in Italia tre anni fa, impara l’italiano e prende il diploma di mediatore culturale e interprete (conosce una decina di lingue). Grazie al suo costante impegno e tantissimo studio riesce a cambiare vita: trova un lavoro sicuro e poco dopo… l’amore, Giulia, una giovane ragazza italiana che oggi lavora e vive a Chivasso in una Cooperativa che si occupa di integrazione. Due storie di vita diverse, due culture diverse, due colori diversi uniti da un grande sentimento e da "quel grande amore" che li unisce in modo cosi forte e indissolubile.

Kobena Felix KOUASSI è nato nel 1974 a Agnibilekrou in Costa d’Avorio. Nel 1994, dopo un viaggio avventuroso nel Mediterraneo, è arrivato in Italia percorrendo tutta la trafila dei migranti . Giunto dalle nostre parti, ha conosciuto una ragazza e si è sposato. Ora vive e lavora a San Sebastiano Po.

03 ottobre
10 ottobre
17 ottobre
16,00/17,15


Corso 3
LA NASCITA DEL FASCISMO IN ITALIA

DOCENTE
Silvio BERTOTTO laureato in Scienze politiche, archivista storico, è autore di oltre venti volumi di storia moderna e contemporanea, con particolare riguardo per l'area torinese e canavesana. Ha altresì collaborato con l'Università di Torino. Fra i suoi studi si ricordano: Tradition païenne et culte chrétien au sanctuaire de Saint Bès au Val Soana, «Le Flambeau», Aoste 1984; I campi e le ciminiere, Allemandi, Torino 1995 (vincitore del Premio Baudi di Vesme della Deputazione Subalpina di Storia Patria); La città solidale, Carocci, Roma 1999; La bella stagione, Centro Studi Piemontesi Torino 2000; Di verde e di mattone, L'Artistica, Savigliano 2009; Anni Settanta, Edizioni del Capricorno, Torino 2010.

DESCRIZIONE CORSO
Proseguendo nella analisi storica del fascismo in Italia, quest’anno considereremo lo svi-luppo del regime fino all’apoteosi. Verranno analizzati i meccanismi con i quali venne creato, gestito e consolidato il consenso. I settori nei quali il fascismo produsse i risultati più appariscenti, la struttura di potere creata, il rapporto con gli altri stati europei e del mondo, la politica espansionistica e delle alleanze adottata, gli slogan trascinatori adottati. Ma analizzeremo anche i germi della crisi che alcuni anni dopo esplose e che ne determinò la caduta. Parleremo anche delle forme di opposizione, in Italia e all’estero che preparavano la rivolta al Regime.

04 ottobre 2017
11 ottobre
18 ottobre
16,00 17,15


Corso 4
UNA AMMINISTRAZIONE VICINA AI CITTADINI

LA DOCENTE
Giuseppina DE BIASE - Diploma di Laurea in Economia e Commercio conseguito presso l'Università Federico II° di Napoli. Abilitazione all’esercizio della professione di dottore commercialista. Ha frequentato il corso presso la Scuola Superiore per la Pubblica Amministrazione Locale, “ Progetto Merlino”, Collegno 2000; Corsi Seminariali di aggiornamento professionale per segretari comunali e provinciali dal 1996 ad oggi, sul sistema “Qualità”. Corso di aggiornamento direzionale per i Segretari comunale e provinciali; Specializzazione per l’idoneità a Segretario Generale per i comuni con popolazione superiore ai 10.000 abitanti e fino a 65.000; Corso trimestrale di formazione iniziale per Segretari comunali c/o Scuola Superiore dell’Amministrazione dell’Interno di Roma con attestazione finale. Corso sul controllo di Gestione Corso sulla comunicazione nella P.A. Corso di specializzazione post-laurea in Direzione aziendale ASFOR/ANEA MDA–90. Corso di Gestione della Tesoreria

DESCRIZIONE CORSO
Quest’anno i temi trattati saranno i seguenti:
- La trasparenza nell’accesso agli atti della Amministrazione comunale nelle nuove forme con dimostrazione di come si accede al Sito Web del Comune
- La normativa relativa ai piccoli lavori edilizi che si compiono nelle nostre case (come non cadere nei tranelli dei professionisti e risolvere lo cose senza problemi di rettamente con gli uffici comunali).

05 ottobre
12 ottobre
16,00/17,15


Corso 5

ULISSE:
da Omero a Primo Levi, passando per Dante, Pascoli, D’Annunzio e Saba

DOCENTE

Marcella FERRANTE - Maturità classica presso Liceo Cavour di Torino, Laurea in Lettere presso Università di Torino, Summer school presso l'Università di Reno (Nevada), docente di italiano e latino presso LS Newton di Chivasso, preside a partire dal 1991 (Torino, Caluso, Aosta, Europa Unita di Chivasso), membro del gruppo di lavoro IRRSAE per l'insegnamento della letteratura, destinataria di proposta del Ministero degli Esteri per distacco a Chicago.

DESCRIZIONE CORSO
Ulisse, personaggio famoso della letteratura greca, soprattutto nell'Odisssea omerica, è un eroe dalle molte forme: valoroso guerriero, ma anche 'renitente alla leva', intelligente e ac-corto, ma anche capace di inganni crudeli, marito e padre affettuoso, ma anche oggetto del desiderio di donne mortali e divinità immortali, grande viaggiatore, ma quasi mai per sua scelta. Dopo Omero la letteratura occidentale lo ha spesso riproposto, ma sempre in una chiave nuova. Limitandoci alla letteratura italiana vedremo come l'hanno interpretato Dante, Pascoli, D'Annunzio e Saba e come se ne è servito Primo Levi nel lager..

02 novembre 16,00/19,30
06 novembre 19,30/17,15
13 novembre 22,30/22,30


Corso 6
LA STAGIONE AL PICCOLO TEATRO DI MILANO

a cura di Marta COMEGLIO

La Stagione proposta dal Piccolo Teatro di Milano per quest’anno prevede due spettacoli:

- Il Sindaco del Rione Sanità, di Eduardo De Filippo, regia di Marco Martone . Il regista per la prima volta dirige un testo di Eduardo De Filippo con un cast che comprende anche attori di Nest "teatro di periferia e sfide". Il sindaco del Rione Sanità è calato nella realtà dei giorni nostri. Martone affida il ruolo del Sindaco a un uomo d’onore giovane e deciso, trasportando il testo in un mondo reale drammaticamente vivo e attuale. (25 gennaio)

- L’interpretazione dei sogni, di Stefano Massini da Sigmund Freud, regia di Federico Tiezzi, con Giulia Lazzarini. «È una Bibbia della nostra contemporaneità: il racconto dell’uomo che decide di fare chiarezza guardandosi dentro». Così Stefano Massini spiega l’elaborazione curata per il Piccolo del lavoro principale di Freud. Per il regista Federico Tiezzi è «un’avventura del pensiero e del linguaggio: si assiste all’emozionante e graduale scoperta di un metodo interpretativo del mondo, non solo del sogno». (22 febbraio).
Biglietti: 16 euro a spettacolo + viaggio in pulman

30 ottobre 16,00/17,15 (presentazione)
25 gennaio 19,30/22,00
22 febbraio19,30/22,00


Corso 7
I SERVIZI SOCIALI DI CHIVASSO

LA DOCENTE
Bruna MARINO
è laureata in Pedagogia all’Università di Torino. E’ stata educatrice, responsabile di progetti a favore di soggetti con handicap, Responsabile Area Educativa disabili, Direttore del Consorzio Intercomunale CISSP di Settimo, Dirigete del Settore Socio Assistenziale Nord Est di Torino, attualmente Direttore Generale del Consorzio Intercomunale dei Servizi Sociali di Chivasso.

DESCRIZIONE CORSO
Il CISS (Consorzio Intercomunale dei servizi Sociali di Chivasso) è l’Ente al quale i Comuni della zona hanno delegato la gestione dei servizi sociali ai cittadini. Le aree di intervento sono le seguenti:
- Gli anziani
- I disabili
- I minori
- Gli adulti in difficoltà
Per ciascuna di queste fasce verranno illustrate le strategie di intervento e relative modalità di accesso ai servizi

31 ottobre
02 novembre
09 novembre
16,00/17,15


Corso 8
ECONOMIA FRA STORIA E ATTUALITA’

DOCENTE
Angelo BOCCALATTE

Impegnato da diversi anni nella divulgazione dei temi dell’economia e della finanza con cicli di lezioni e conferenze presso l’Università Popolare di Torino, Biblioteche civiche, Associazioni culturali. Ha operato in diversi settori d’impresa: ricerche di mercato, analisi finanziaria, controllo di gestione, programmazione e scenari economici, reporting direzionale, gestione d’impresa no-profit.

DESCRIZIONE CORSO

Prosegue l’affascinante viaggio nella storia dell’economia internazionale nazionale. Gli argomenti trattati quest’anno saranno i seguenti:
- Cenni sull’economia italiana: miracoli e crisi
- Viaggio dal capitalismo industriale al mondo della finanza
- Beni comuni, economia civile e ambiente
- Risparmio e investimento: una difficile convivenza

07 novembre
14 novembre
21 novembre
28 novembre
16,00/17,15


Corso 9
LA FIGURA DI UGO FOSCOLO

DOCENTE
S.E. Mons. Edoardo Aldo CERRATO è nato ad Asti il 13 ottobre 1949. Compiuti gli studi liceali a Torino, dove la famiglia si era trasferita, è entrato nella Congregazione dell'Oratorio ed ha iniziato gli studi teologici frequentando il biennio filosofico; passato nella Casa oratoriana di Biella, ha completato il triennio teologico ed è stato ordinato sacerdote da S. E. mons. Vittorio Piola il 28 giugno 1975. Laureato in Lettere classiche presso l'Università di Torino con una tesi sulle Omelie pasquali di S. Massimo e vincitore di Concorso Ordinario a Cattedre, ha insegnato Letteratura italiana e latina per venti anni nei Licei ed è stato per dieci anni docente di Patrologia nel Seminario Vescovile di Biella. E‘ stato eletto Procuratore Generale nel 1994 ed è stato confermato per altri due mandati. P. Cerrato ha inoltre seguito, in diverse Nazioni dell'Europa, dell'America, dell'Africa e dell'Asia, in contatto con diverse diocesi, il cammino di formazione di altre numerose Comunità oratoriane. Ha fondato e diretto fino al presente la rivista di studi oratoriani 'Annales Oratorii. Autore di numerose pubblicazioni e di numerosi saggi. Il 28 luglio 2012 p. Cerrato viene eletto alla sede Vescovile di Ivrea ricevendo l'Ordinazione Episcopale l'8 settembre 2012 a Roma nella chiesa di S. Maria in Vallicella. Domenica 7 ottobre ha preso possesso della Diocesi di Ivrea con la solenne celebrazione eucaristica nella Chiesa Cattedrale di S. Maria Assunta.

DESCRIZIONE CORSO
Ugo Foscolo, nato Niccolò, Foscolo (Zante, 6 febbraio1778 – Turnham Green, 10 settembre1827), è stato poeta, scrittore e traduttore, uno dei principali letterati del neoclassicismo e del preromanticismo. Fu uno dei più notevoli esponenti letterari italiani del periodo a cavallo fra Settecento e Ottocento, nel quale si manifestano o cominciano ad apparire in Italia le correnti neoclassiche e romantiche, durante l'età napoleonica e la prima Restaurazione.CALENDARIO

16 novembre
23 novembre
16,00/17,15


Corso 10
STORIA DEL BALLETTO

LA DOCENTE
Rosemarie STANGHERLIN
- Ha studiato a Torino danza classica e moderna alla scuola diretta da Sara Acquarone, conseguendo nel 1969 il diploma di grado Advanced rilasciato dalla Royal Academy of Dancing di Londra. Ha iniziato la sua attività artistica partecipando alle stagioni liriche del Teatro Regio di Torino ed entrando a far parte del “Teatro fondato dalla stessa Acquarone. Per alcune stagioni ha fatto parte della compagnia di balletto dell’Opera di Marsiglia diretta da Joseph Lazzini. Tra le sue esperienze annovera lavori al Teatro Stabile di Torino. Dall’inaugurazione del Nuovo Teatro Regio nel 1973 ha fatto parte della compagnia di balletto, della quale è diventata solista nel 1977. Lasciato il Regio nel 1990 ha intrapreso lo studio della lingua russa ottenendo nel 1995 l’Attestato di livello intermedio dell’Università Statale di San Pietroburgo.

DESCRIZIONE CORSO
I prossimi incontri avranno come protagonista il russo Sergej Pavlovic Djaghilev, il geniale impresario teatrale che organizzò nell’arco di vent’anni, dal 1909 al 1929, le stagioni dei “Balletti Russi” e a godere della sua opera fu il pubblico occidentale, inizialmente quello parigino. I “Balletti Russi” crearono un vero e proprio movimento artistico -culturale e posero le basi sulle quali si sviluppò il balletto del ‘900.

La foto riportata sopra è della docente , protagonista nel balletto “Petrushka” al Regio di Torino, uno dei grandi successi dei Balletti russi.

08 novembre
15 novembre
22 novembre
16,00/17,15


Corso 11
PRIMO LEVI trent’anni dopo

IL PROGETTO :
Primo Michele LEVI
(Torino, 31 luglio1919 – Torino, 11 aprile1987) è stato uno scrittore, partigiano e chimico, autore di racconti, memorie, poesie e romanzi.Partigiano antifascista, il 13 dicembre 1943 venne arrestato dai nazifascisti in Valle d'Aosta venendo prima mandato in un campo di raccolta di tutti gli ebrei a Fossoli e nel febbraio dell'anno successivo, deportato nel campo di concentramento di Auschwitz in quanto ebreo. Scampato al lager, tornò avventurosamente in Italia, dove si dedicò con impegno al compito di raccontare le atrocità viste e subite.Il suo romanzo più famoso, sua opera d'esordio, Se questo è un uomo, che racconta le sue terribili esperienze nel campo di sterminio nazista, è considerato un classico della letteratura mondiale, inserendosi nel filone della memorialistica autobiografica e nel cosiddetto neorealismo.Laureato in chimica, in alcune delle sue opere appaiono riferimenti diretti ed indiretti a questa branca della scienza.

  • DESCRIZIONE CORSO
    A trent’anni dalla morte di Primo Levi, con la collaborazione dell’Istituto Internazionale di Studi Primo Levi,ricordiamo questa grande figura di raccontatore, letterato, scienziato. Della Figura di Primo Levi analizzeremo in particolare:
    - Il suo amore e attenzione per gli animali
    - Primo Levi e il lavoro
    - La sua esperienza drammatica in campo di concentramento

20 novembre
27 novembre
04 dicembre
16,00/17,15



Corso 12
DOMENICO MODUGNO e FRANK SINATRA

DOCENTE

Cesare BORROMETI

è nato a Noto (Siracusa) nel 1968, ma vive in Piemonte dal 2006. Laureato in Lettere Moderne, giornalista pubblicista, autore di saggi su alcuni aspetti storici dei “mass media” in Italia, dal 2014 dirige l’emittente web radiofonica “Lucky Wave Radio” (www.luckywaveradio.com). Dal 2009 collabora con l’Uni3 di Chivasso.

DESCRIZIONE CORSO
Quest’anno ricorrono i novant’ani dalla nascita di Domenico Modugno e i vent’anni dalla scomparsa di Frank Sinatra. Li ricorderemo con tre incontri.
Domenico Modugno (Polignano a Mare, 9 gennaio 1928 – Lampedusa, 6 agosto 1994) è stato un cantautore, chitarrista, attore, regista e uomo politico. Considerato uno dei padri della canzone italiana e uno tra i più prolifici artisti in generale, avendo scritto e inciso circa 230 canzoni, interpretato 38 film per il cinema e 7 per la televisione, nonché recitato in 13 spettacoli teatrali, condotto alcuni programmi televisivi, e vinto quattro Festival di Sanremo.
Francis Albert "Frank" Sinatra (Hoboken, 12 dicembre 1915 – West Hollywood, 14 maggio 1998) è stato un cantante, attore e conduttore televisivo statunitense. Noto in Italia soprattutto come The Voice, in America e in altri Paesi era conosciuto anche con soprannomi come Ol' Blue Eyes, Frankie, Swoonatra (derivato dal verbo swoon, "svenire", riferito all'effetto che produceva sulle sue ammiratrici) e molti altri.
Nei primi due incontri, parlando di Modugno, ripercorreremo la sua vita da Cantastorie a Cantautore e analizzeremo il suo success “.. e volavo, volavo felice..”. Nell’incontro dedicato al grande Sinatra, ragioneremo sulla sua storia artistica “…dal Jazz a Holliwood, my way”.

29 novembre
06 dicembre
23 aprile 2018
16,00/17,15


Corso 13
LA SALUTE VIEN MANGIANDO: muoversi per mangiare bene

LA DOCENTE
Andrea Noemi IPUCHA PERES
- Medico medicina generale AslTo4 di Settimo.tse.
Formazione in agopuntura, medicina manuale e omeotossicologia
Formazione in medicina e nutrizione sistemica ( AIMES)
Formazione in nutrizione ed integrazione nello sport ( SANIS)

DESCRIZIONE CORSO
Che il cibo sia la tua unica medicina!” (Ippocrate). Solo un vecchissimo modo di dire?! La risposta è abbastanza categorica: NO! Non devo certamente arrivare io a ricordare che un’alimentazione sana ed equilibrata (oserei dire) CONSAPEVOLE aiuta a vivere bene garantendoci condizioni generali di salute migliori. Certo è però che l’INFORMAZIONE e la conseguente consapevolezza che ne deriva relativamente a questo importante/fondamentale argomento NON deve mai essere “GIA’-abbastanza!”
Ricordiamo a tal proposito alcuni punti fermi: Tutti noi abbiamo una “fifa blu” di morire prematuramente. Abbiamo paura di viaggiare in aereo, temiamo fulmini, calamità naturali e tutte le situazioni a rischio.
MA…vi sottopongo qualche dato: 1 persona su 3.000.000 muore per incidente aereo, 1 persona su 350.000 muore perchè colpita da un fulmine, 1 persona su 7.000 muore per incidente stradale, PERO’: 1 persona su 7 muore per intossicazione alimentare, 1 persona su 4 muore per malattie cardiovascolari e/o obesità, 1 persona su 3 muore per cancro, 1 persona su 2 muore per tabagismo.

30 novembre 2017 16,00/17,15



Corso 14
LA MUSICA SACRA

DOCENTE

Antonio PACETTA, attualmente parroco a Chivasso, ha frequentato il Pontificio Istituto Ambrosiano di Musica Sacra di Milano.Ha studiato Paleografia, Semiologia e Interpretazione dei canti gregoriani con il professor Fulvio Rampi, conseguendo il magistero con una tesi sui “Responsori prolissi di quarto modo”. Ha poi proseguito privatamente lo studio dell’armonia, del contrappunto e della composizione sotto la guida del Maestro Antonio Eros Negri. Tuttora affianca all’attività come compositore l’impegno per la formazione liturgica degli animatori musicali nella liturgia. Ultimamente tre suoi mottetti sono stati eseguiti dal Coro da Camera dell’Istituto Musicale Comunale “Leone Sinigaglia” di Chivasso.

DESCRIZIONE CORSO
Col termine musica sacra ci si riferisce ai generi musicali associati ad una tematica sacra o religiosa. Più propriamente, si distingue la musica sacra dalla musica liturgica, dalla musica spirituale e dalla musica religiosa: la musica sacra è una musica considerata come capitale, essenziale a una persona o a una comunità dal punto di vista religioso, la musica liturgica è una musica prettamente legata al rituale liturgico e quindi contestualizzata rispetto ad un particolare momento della liturgia o ad una specifica funzione liturgica e la musica spirituale è una musica che permette di elevare l'anima a Dio, senza essere però inserita in un contesto di una pratica religiosa. Nel corso degli incontri si esamineranno i seguenti aspetti:
- Il Gregoriano
- La musica sacra e la musica liturgica
- La musica sacra contemporanea

05 dicembre
12 dicembre
19 dicembre
16,00/17,15
23 dicembre ore 21 (Concerto)


Corso 15
FILOSOFIA: Destini personali

IL DOCENTE
Giuseppo MORRONE
- E’ nato a Chivasso nel 1978.
Si è laureato in Filosofia all’Università di Pisa nel 2001 (con una tesi in ermeneutica filosofica su Maurice Merleau-Ponty) e presso la Scuola Normale Superiore di Pisa nel 2002 (con una tesi di filosofia politica sulla Ragion di Stato).
Dal 2016 è insegnante di Storia e Filosofia presso l’I.I.S. “Europa Unita” di Chivasso.
Nel corso degli anni ha svolto la funzione di regista teatrale e formatore pedagogico con la compagnia FaberTeater di Chivasso.
E’ autore di alcuni articoli di critica teatrale.

DESCRIZIONE CORSO
Attraverso tre incontri, ognuno dedicato ad un tema filosofico preciso, si effettuerà un percorso nella storia della filosofia, riflettendo sull'uomo e sui suoi/nostri destini personali. Il percorso affronterà i seguenti temi:
- La Memoria (ovvero, chi eravamo)
- L'Io (ovvero, chi siamo)
- La Libertà (ovvero, chi saremo)
"Chiediamo soltanto un po' di ordine per proteggerci dal caos. [...] Ma la filosofia vuole che strappiamo il firmamento e che ci addentriamo nel caos. Lo vinceremo solo a questo prezzo". Gilles Deleuze, "Che cos'è la filosofia ?"

07 dicembre
14 dicembre
21 dicembre
16,00/17,15


Corso 16
I DISTURBI DELL’ANSIA: insorgenza, sviluppo e cura

IL DOCENTE

Luca ROSSI
- Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo Clinico. Dirigente Asl To3. Consulente tecnico presso il tribunale di Torino e consulente tecnico di parte. Si occupa di disturbi d'ansia, sindromi depressive, patologie sessuologiche. Lavora per l'ASl To3 e collabora da anni per il Centro Clinico Giulio Cesare a Torino che si occupa di clinica e ha come mandato la prevenzione gratuita rivolta alla cittadinanza.

DESCRIZIONE CORSO
Spesso nella quotidianità si prova paura o si incontrano persone che ribadiscono di soffrire di disturbi d’ansia o ipotizzano di aver avuto, in una specifica circostanza, un attacco di panico. La finalità dell’incontro sarà quella di provare assieme a differenziare tali aspetti cercando di individuare quando si può parlare di normali reazioni emotive o ipotizzare un vero e proprio disagio psicologico.
Il Programma degli incontri prevede la trattazione dei seguenti temi: Che cos’è la paura? - Di cosa si ha paura? Quali sono i comportamenti più comuni quando si ha paura? Cosa succede quando si ha paura e perché? Le fobie - Cosa prova chi soffre di fobia? - Attacco di panico - Qual è l’origine psicologica dell’ansia? - Trattamento farmacologico e psicoterapeutico a confronto -Strategie terapeutiche a confronto

11 dicembre
18 dicembre
16,00/17,15


Corso 17
L’UDITO: prevenzione e cura

I DOCENTI

Giovanni RICCA
è laureato in Medicina e Chirurgia con specialità in Otorinolaringoiatria. E’ dirigente presso l’ASL TO4 di Chivasso.

Roberto BARRERA nato a Torino nel 1962, dal 1984 si occupa di protesizzazioni acustiche. Laureato a Padova nel 2006 in tecniche audioprotesiche, è tuttora responsabile della sezione azienda di Amplifon di Chivasso.

DESCRIZIONE CORSO
Il sistema uditivo (più semplicemente udito) è il primo dei cinque organi di senso a svilupparsi nel feto e a favorire il contatto con l'ambiente esterno. Il sistema comprende sia gli organi sensoriali (orecchie, organi preposti alla percezione e alla traduzione del suono), sia le parti uditive del sistema sensoriale.
Nei due incontri verranno trattati i seguenti argomenti:
- Le patologie dell’udito: insorgenza, diagnosi e cura
- Le protesi dell’apparato uditivo: cosa sono, i loro limiti, quando sono consigliate e come si applicano, il sistema dei costi

13 dicembre
05 febbraio
16,00/17,15


Corso 18
LA SICUREZZA DOMESTICA

IL DOCENTE
Vincenzo GENTILUOMO
laureato in Ingegneria presso il Politecnico di Torino, esperto di informatica e processi aziendali (soprattutto nei settori elettronica, automotive e servizi), ha assunto ruoli manageriali in diverse società multinazionali operando, oltre che sull’intero territorio nazionale, anche in Belgio, Germania, Spagna, Svizzera e Russia. Come consulente e temporary manager è stato responsabile di produzione e stabilimento in diverse aziende occupandosi, in tale veste, anche della Sicurezza nei luoghi di lavoro.
Come consulente autonomo, ha collaborato con ANS (Agenzia Nazionale per la Sicurezza) implementando Sistemi di Sicurezza negli ambienti di lavoro in diverse Aziende assumendo, inoltre, il ruolo di Ispettore per la sicurezza degli impianti elettrici con certificazione del Ministero dello Sviluppo Economico. Oggi in pensione.

DESCRIZIONE CORSO
Sembra incredibile ma ogni anno, in Italia, diversi milioni di persone subiscono incidenti in ambienti domestici; molti, troppi anche mortali. Scopo di questo corso è quello di fornire informazioni e consigli utili per vivere meglio e con meno rischi nella propria casa. La prima parte del corso ha lo scopo di promuovere una CULTURA per un processo continuo di autovalutazione dei nostri comportamenti e dei rischi nelle nostre case da parte di ciascuno. Nella seconda parte, verranno forniti esempi e indicazioni pratiche utili per agire e vivere in sicurezza negli ambienti domestici dando, inoltre, indicazione su come e dove approfondire la problematica. In entrambe le sessioni verranno trattati argomenti conosciuti e temi sconosciuti ai più, ma che sottendono rischi importanti per la nostra salute ed incolumità.

20 Dicembre
09 Gennaio
16,00/17,15


Corso 19
IDEE PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE

IL DOCENTE
Francesco RAGONE - Laurea triennale in tecnologie agroalimentari per la ristorazione, Laurea magistrale in Biotecnologie Vegetali, 15° Corso di Alimentazione e Nutrizione umana, Corso Svezzamento e prima infanzia, Corso Gravidanza e allattamento, Corso equilibrio intestinale nell’atleta con approfondimenti terapeutici, Corso leakygut e malattie autoimmuni. Corso Cervello Metabolico Oukside. Da sempre appassionato in materia di nutrizione ha iniziato gli studi in determinati ambiti da autodidatta per poi proseguirli con la carriera universitaria, spostando la sua maggiore attenzione in ambito sportivo. Svolge in maniera meticolosa e con grande passione il suo lavoro, sempre in costante aggiornamento professionale e studio, perché crede nel migliorarsi sempre, nel potere della nutrizione,nell’alimentarsi bene come un inizio per uno stile di vita sano e longevo.

DESCRIZIONE CORSO
I temi trattati saranno i seguenti:
1. alimentazione moderna al confronto con l'alimentazione di una volta
2. alimentazione e sport
3. alimentazione e salute
4. idratarsi bene, quanto, come e cosa bere
5. scelta consapevole degli alimenti, quali acquistare e quali no imparando a leggere le etichette nutrizionali
6. OGM fanno davvero male? cosa sono
7. il cibo BIO
8. vino rosso ed olio extra vergine d'oliva, i loro benefici

08 gennaio
15 gennaio
22 gennaio
16,00/17,15


Corso 20
INCONTRO CON LA SALUTE: Approccio Osteopatico Biodinamico per Bambini ed Anziani

I DOCENTI
Giuseppe LUPPINO
ha conseguito nell’Ottobre 2007, titolo come Osteopata DO presso il C.E.R.D.O.(Centre Pour l’Etude ,la Recherche et la DiffusionOsteophatiques) di Roma e Milano. Dal 2006, prestazioni e consulenze osteopatiche in qualità di libero professionista ,in collaborazione con specialisti e medici di base. Ha frequentato un Master in Osteopatia Biodinamica ,Odontostomatologia , Pediatria presso OPB,Osteopatia Per Bambini di Genova.Membro della C.O.M.E. Collaboration . La fondazione Come Collaboration Onlus è una fondazione interdisciplinare per l’eccellenza in osteopatia. Promotore e sostenitore del progetto NEO PROJECT , Neonatologia e Osteopatia ( Ne-O) che nasce dalla necessità di fornire un valido ausilio al fine di implementare e produrre attività di ricerca e applicazione osteopatica in ambito neonato logico.

Laura MICHELINI, Osteopata, Terapista della RiabilitazioneLogopedista. Ha prestato la propria attività riabilitativa in ambito Geriatrico presso enti Ospedalieri, RSA con specializzazione neurologica e ortopedica. Dal 2008 ha conseguito titolo di D.O. in osteopatia presso C.E.R.D.O. (Centre Pour l’Etude ,la Recherche et la DiffusionOsteophatiques) di Roma e Milano. Corso di formazione in ambito pediatrico partecipa con O.P.B. (Osteopatia per Bambini) ad attività di divulgazione dell'Osteopatia per adulti e bambini.Membro della C.O.M.E.La fondazione Come Collaboration Onlus è una fondazione interdisciplinare per l’eccellenza in osteopatia. Promotore e sostenitore del progetto NEO PROJECT.

DESCRIZIONE CORSO
La Conferenza/ incontro verterà sulla conoscenza del valore della proposta della Medicina Osteopatica Biodinamica in etá pediatrica e accenni ad applicazioni in età geriatrica. Alla fine verrà proposta una giornata Open Day, in luogo da concordare, dove verrà proposta una seduta individuale come esperienza all'approccio Osteopatico Biodinamico descritto e condiviso in conferenza.

10 gennaio - 16,00/17,15



Corso 21
COME E’ NATA LA BIBBIA

IL DOCENTE
Davide SMIDERLE
- Nato a Ivrea nel 1975, ordinato sacerdote nel 2001, è Parroco della Parrocchia di Santa Maria Assunta dal 2014.
Dopo gli Studi teologici si è laureato in Scienze Bibliche presso il Pontificio Istituto Biblico di Roma.

DESCRIZIONE CORSO
Il corso si propone come Introduzione all’Antico e Nuovo Testamento e intende illustrare come sono nati i testi biblici, i generi storici e letterari cui fanno riferimento, le analogie con altri contesti religiosi del tempo, la cronologia dei vari testi del Vecchio e del Nuovo Testamento.
Verrà poi trattato il tema del riconoscimento dei testi come sacri e la conseguente introduzione nei canoni delle varie confessioni religiose, in particolare cattolica, ortodossa e protestante.
Avremo così modo di capire come vadano letti i testi biblici.

11 gennaio
18 gennaio
25 gennaio
16,00/17,15


Corso 22

IL RESTAURO DELLA CHIESA DEI SANTI GIOVANNI E MARTA IN CHIVASSO

LE DOCENTI
Elena DI MAJO
si è laureata nel 2007 in Storia del Patrimonio Archeologico e Storico Artistico presso l’Università di Torino; ha svolto il dottorato di ricerca presso l’Università di Pisa sul tema degli altari lapidei barocchi in Piemonte; nel 2013 si è diplomata presso la Scuola di Archivistica, Paleografia e Diplomatica dell’Archivio di Stato di Torino. Ha partecipato al progetto di ricerca sui paliotti in scagliola e alla stesura del libro Paliotti, scagliole intarsiate nel Piemonte dei Sei e Settecento a cura di G. Dardanello.Dal 2012 svolge ricerche storico-artistiche per i restauri di edifici storici come la chiesa di Santa Teresa a Torino, il palazzo seicentesco del Collegio dei Nobili - sede del Museo Egizio -, la chiesa della Santissima Trinità a Bra, il castello medioevale di Monasterolo di Savigliano, la chiesa dei Santi Giovanni Battista e Marta a Chivasso.

Rosamaria BARATTI - Nel 1971 consegue la maturità artistica presso il Liceo " V. Foppa " di Brescia.Nel 1979 si diploma come " Tecnico della conservazione di Beni Artistici e Storici ", diploma triennale, presso la Scuola Regionale della Lombardia gestita dall' ente " E. N. A. I. P. " di. Botticino. Dal 1979 al 1984 lavora nella Ditta individuale Rosamaria Baratti.Dal 1984 ad oggi lavora come restauratrice nella Società Rava Antonio s.n.c., e dal 2/12/92 nella Società Rava e C. s.r.l., quale Amministratore Delegato.

DESCRIZIONE CORSO
La chiesa dei Santi Giovanni e Marta iniziò la sua storia con l'assedio di Chivasso nel 1705, fu interessata da modifiche e trasformazioni, passò indenne la bufera napoleonica per poi giungere splendida fino ai giorni nostri.
Condurremo un affascinante viaggio lungo tre secoli attraverso le storie di confratelli, architetti, artisti, monache ricamatrici e nobili dalle strane pretese; un viaggio alla scoperta di capolavori ritrovati, perduti, dalle origini misteriose e dalle vicende più inaspettate.
Il secondo incontro sarà dedicato ad analizzare la Chiesa e i suoi arredi: primi risultati e prospettive future della ricerca storica (Il cantiere e il restauro degli apparati decorativi e degli arredi)

16 gennaio
23 gennaio
16,00/17,15


Corso 23
CINEMA E CUCINA: un percorso antropologico

DOCENTE
Mario MARINO
nasce a Chivasso il 17 settembre 1961 e compie studi classici presso il Liceo Gioberti di Torino. Si laurea in Lettere Moderne e successivamente in Scienze della Formazione e si dedica all'insegnamento della Lingua e della Letteratura Italiana e Latina nelle scuole del territorio. Nel contempo si dedica alla scrittura: nel 1999 pubblica il primo libro di racconti, dal titolo Storie dal mondo dei sogni, con l'amico Adriano Pasteris e nel 2001 il romanzo storico Gli eroi non muoiono mai. Dal 2008 si dedica al poliziesco e pubblica quattro romanzi con la Robin Edizioni, che vedono protagonista un ispettore della squadra Omicidi abbastanza atipico come Sandro Bianco. I romanzi si intitolano L’altra faccia della Luna, La scala per il cielo, Desperado e Deja vu.

DESCRIZIONE CORSO
Nei film spesso si mangia. Tanto o poco, bene o male, con le mani o con le bacchette cinesi, comunque si mangia. Partiremo da alcune domande: è cambiato il nostro rapporto con il cibo? E se è cambiato, il cinema è testimone di tale mutazione? Si tratta di vedere, attraverso l’occhio attento di cineprese sparse per il mondo, come questo atto primitivo ed essenziale sia stato raccontato dalla settima arte. Perciò il percorso si propone di cogliere atteggiamenti e mentalità varie, mutamenti dei costumi e delle relazioni sociali che vi sono rappresentati. Parleremo di grandi film, naturalmente: dalle torte in faccia del primo e frenetico cinema slapsticke dalla comica disperazione di Charlie Chaplin che mangia una scarpa ne La febbre dell’oro, fino all’indimenticabile Totò che, in Miseria e nobiltà, afferra con le mani per atavica fame gli spaghetti, tanto per citare dei classici. Ma non mancherà uno sguardo su mondi a noi lontani ( Mangiare bere, uomo donna del taiwanese Ang Lee), sulla satira sociale ( l’indimenticabile e feroce Marco Ferreri de La grande abbuffata ) e, infine, sul cinema più contemporaneo ( il recentissimo Perfetti sconosciuti di Paolo Genovese). Siamo quello che mangiamo, diceva nell’Ottocento il filosofo tedesco Feuerbach; oggi, più che mai, siamo anche e soprattutto ciò che vediamo mangiare.

17 gennaio
24 gennaio
31 gennaio
16,00/17,15


corso 24
GLI 80 ANNI DALLE LEGGI RAZZIALI IN ITALIA

DOCENTE

Fulvio GAMBOTTO (Torino, 1961) è docente di filosofia e storia presso la Scuola Internazionale Europea Statale “Altiero Spinelli” di Torino; ha collaborato alla redazione della guida “Luoghi della guerra e della resistenza nella Provincia di Torino” per L’Istituto Storico della Resistenza di Torino e ha curato il volume “Luoghi della storia. Percorsi della memoria” sulla storia della XVII brigata Garibaldi “Felice Cima”. E’ componente del Comitato Provinciale dell'Anpi di Torino.

DESCRIZIONE CORSO
Il 2018 è l'80° anniversario della pubblicazione del «Manifesto del razzismo italiano».
Il «Manifesto» fu la premessa ideologica delle aberranti leggi razziali introdotte nel 1938, con le quali agli ebrei venne proibito di prestare servizio militare, esercitare l'ufficio di tutore, essere proprietari di aziende, essere proprietari di terreni e di fabbricati, avere domestici 'arianì. Gli ebrei vennero licenziati dalle amministrazioni militari e civili, dagli enti provinciali e comunali, dagli enti parastatali, dalle banche, dalle assicurazioni e fu loro proibito l'insegnamento nelle scuole di qualunque ordine e grado. Una discriminazione odiosa che a sua volta sarebbe diventata la premessa delle deportazioni verso i campi di sterminio del Terzo Reich.

29 gennaio 2018 16,00/17,15


Corso 25
IL MUSEO PALEONTOLOGICO DI ASTI

IL DOCENTE
Graziano DELMASTRO
si è laureato nel 1986 in Scienze Forestali all’Università di Torino, successivamente abilitato alla professione di Dottore Agronomo Forestale, specializzato in Diritto comunitario, economia agraria, gestione aziendale in ambitoagricolo, sociologia e comunicazione, didattica degli adulti. E’ stato funzionario presso la Regione Piemonte, quindi Funzionario con mansioni direttive all’Ente Bosco del Vaj, poi all’Ente di Gestione Aree Protette della Collina Torinese, quindi Direttore all’Ente di gestione Parco Palentologico Astigiano, attuale incarico.

DESCRIZIONE CORSO
L’attuale allestimento temporaneo del Museo Paleontologico Territoriale dell’Astigiano comprende due sezioni: la prima sezione è nel piano soppalcato e presenta la paleontologia generale e territoriale. In quest’ultima si descrivono i più importanti eventi geo-paleontologici degli ultimi 25 milioni di anni, compresi tra il Miocene ed il Pliocene, con una carrellata sui principali organismi, soprattutto molluschi, che caratterizzavano gli ambienti passati. La seconda sezione espone i resti scheletrici fossili di cetacei astigiani, sia misticeti (balene) che odontoceti (delfini), risalenti all’epoca pliocenica (tra 5,3 e 1,8 milioni di anni fa) quando tutta la Pianura Padana era occupata dal mare. Il Museo è ospitato nel “Palazzo del Michelerio”, in origine un monastero risalente alla metà del secolo XVI e attualmente di proprietà dell’Azienda Territoriale della Casa di Asti. La visita al Museo è prevista per sabato 3 febbraio.

30 gennaio
16,00/17,15
03 febbraio (Visita guidata)


Corso 26
OSELLA: NON SOLO FORMULA UNO - Oltre 50 anni di storia

IL DOCENTE
Enzo OSELLA - Tutto nasce dalla passione del giovane Enzo Osella, avviato nell’officina paterna di via Guastalla a Torino, stregato dalle corse e dai prototipi e forgiato dall’esperienza lavorativa in Abarth. Diplomatosi geometra, sperimenta le sue capacità nella sistemazione di cambi, di motori su vetture sempre più prestigiose.
Con la chiusura della Abarth, la Fiat rileva il marchio ma Osella rileva tutto il magazzino dell’attività sportiva.
Nasce così la Osella nel 1973.
Negli anni ’70 si raccolgono i primi successi nelle varie formule, Nel 1980 entra nella Formula 1. Questa permanenza porta la fabbrica a sviluppare nuovi materiali e tecnologie assieme a successi in Italia ed in Europa con piloti ancora oggi ricordati dagli appassionati. Chiusa la parentesi della Formula 1, a Volpiano nasce una innovativa PA16 che si aggiudica il titolo italiano pista con Giorgio Francia. Successivamente Osella è impegnato in Basilicata con la costruzione di un nuovo stabilimento con una invidiabile galleria del vento.
E’ la volta di un’altra era, quella di Irlando, che dal 1994 ha sviluppato la Osella PA20 BMW 3000 con esemplari ancora oggi in gara in tutta Europa. Poi altri successi ancora con prototipi indirizzati ai giovani. Nel 2016 Osella accetta una sfida indirizzata ai giovani: per la prima volta nella sua storia costruisce un prototipo spinto da motore motociclistico e trasmissione a catena (La Osella PA21 JrB 1000 BMW).
Nell’anno di esordio vince il titolo italiano di categoria. Nel 2017 sei esemplari sono già impegnati nelle cronoscalate e, dopo un positivo debutto in pista, sono in allestimento altri telai specifici.
Una lunga storia che vede oggi Osella impegnato con una struttura di saldatura telai ad Atella (Pz) e di nuovo a Torino (Verolengo) con una sede di progettazione ed assemblaggio vetture, una media di 10 nuove vetture all’anno fra i vari modelli ancora richiesti e lo staff per gestire riparazioni e costruzione ricambi per le centinaia di Osella che gareggiano ogni weekend in tutta Europa.

01 febbraio
07 febbraio
16,00/17,15


Corso 27
TEMI DI LEGALITA’

I DOCENTI

Pierluigi BOGLIACINO
capitano dei Carabinieri,dal settembre 2015 comanda la Compagnia dei CC di Chivasso dopo essere stato al Nucleo Investigativo di Torino.

Massimo ROZZINO, laureato alla Sapienza di Roma, appartenente alle forze di polizia, dal 2014 è Sindaco di Torrazza Piemonte.

DESCRIZIONE CORSO
L’Uni3 di Chivasso ha aderito, fin dalla sua costituzione, alla Università della Legalità creata dall’Amministrazione Comunale per creare una sensibilità costante e condivisa sul tema della legalità.
Quest’anno proponiamo due interventi:
- il primo, del Capitano dei Carabinieri di Chivasso che ci porterà la testimonianza dell’impegno delle forze dell’ordine nel nostro territorio
- il secondo, del Sindaco di Torrazza Piemonte, che ci parlerà della sua esperienza di amministratore pubblico nel fronteggiare la presenza della criminalità organizzata sul suo territori

19 ottobre
30 aprile
16,00/17,15


corso 28
IL GENOCIDIO DEGLI ARMENI (GIORNATA della Memoria)

IL DOCENTE
Garen KOKCIYAN - Nato a Nisantasi, ottocentesco quartiere residenziale di Istanbul, nel 1959. Padre e madre armeni, in casa si parla armeno. Dopo la scuola elementare armena, frequenta la scuola media e il liceo italiano in Turchia: a diciannove anni arriva a Torino per frequentare i corsi di ingegneria aeronautica al Politecnico. Promotore e sponsor della costruzione di una scuola nel villaggio Krasar in Armenia con la collaborazione della Banca Mondiale. Membro dell'Unione Armeni d'Italia - Responsabile Piemonte, Autore e organizzatore di svariate mostre fotografiche in Italia e in Armenia di fotografie dell'Italia e dell'Armenia, Organizzatore e esecutore di vari interventi di beneficienza in Armenia per il miglioramento delle scuole, dei monasteri etc., Organizzatore di concerti di musica classica armena e della Santa Messa a Torino, Conferenze nelle scuole medie e nei licei sul tema "Gli Armeni, il Genocidio Armeno e l'Armenia", Membro del Consiglio della Chiesa Apostolica Armena - Hokapartzutyun. Cittadino onorario della Città di Sevan (Armenia), Insignito dell'onorificenza con la medaglia "Poghos Nubar" del Ministero della Diaspora della Repubblica d'Armenia.

DESCRIZIONE CORSO
Nei due incontri verranno trattati i seguenti argomenti:

"Il Genocidio degli Armeni, importanza della memoria, aspetti storici e negazionismo" In questo incontro si daranno delle informazioni sulla tragedia del genocidio, le reazioni della comunità internazionale nei decenni successivi, gli aspetti sociali che continuano a influenzare gli armeni, l'esercizio della memoria per prevenire altre tragedie, il problema del negazionismo..

"Armenia : Paesaggi, Monasteri e Musica all'ombra dell'Ararat" - Quest'incontro sarà incentrato sulla proiezione di centinaia di fotografie accompagnate da tanta musica.. Saranno date delle spiegazioni sulla natura e paesaggi del Caucaso, sull'architettura dei monasteri antichi dell'Armenia e sulla musica armen

06 febbraio
13 febbraio
16,00/17,15


Corso 29
L’ENIGMISTICA

LA DOCENTE
Marinella ZANDA
è nata e vive a Chivasso, ha conseguito la maturità scientifica al Liceo Segrè di Torino e si è laureata in matematica pura con 110 e lode all’Università diTorino. Ha lavorato nell’ambito informatico alla RAI, dove si è occupata di impostazione, coordinamento e gestione di progetti informatici complessi in ambito amministrativo, contabile, gestionale, editoriale. Ha raggiunto lo scorso anno il traguardo della pensione. E’ socia del Lions International e membro del Mensa Italia. Da pochi mesi è Presidente del Lyons Club Chivasso Duomo. Coltiva da moltissimi anni la passione dell’enigmistica.

DESCRIZIONE CORSO

Breve storia dell’enigmistica: dalle prime tracce dell’enigma nella storia alla nascita del rebus con Leonardo da Vinci; definizione di enigmistica classica ed enigmistica popolare; qualche aneddoto sulla storia della Settimana Enigmistica, la rivista di enigmistica popolare più diffusa in Italia. Cenni di enigmistica popolare: cruciverba e giochi a schema, varie tipologie, curiosità Enigmistica classica – giochi in versi: enigmi, sciarade, lucchetti, cerniere, incastri, anagrammi ed altri… Il senso apparente e il senso reale; l’arte e il gioco dell’utilizzo del bisenso Enigmistica classica – i rebus: le regole di composizione, la nomenclatura del rebus, il rebus di denominazione e il rebus di azione; rebus stereoscopico. Strumenti di ausilio ai compositori ed ai solutori di giochi; riviste di enigmistica classica di nicchia
Nelle presentazioni verranno utilizzati e commentati giochi di grandi enigmisti del passato ed attuali (con la gentile concessione dalla Settimana Enigmistica)

08 febbraio
15 febbraio
22 febbraio
16,00/17,15


Corso 30
L’ATTIVITA’ DI “MEDICI SENZA FRONTIERE” IN ITALIA E NEL MONDO

I DOCENTI

MSF nasce nel 1971, su iniziativa di gruppi di medici e giornalisti, a seguito della catastrofe umanitaria del Biafra (guerra civile e carestia). I compiti che si è data la organizzazione sono quello, forse più noto, di portare assistenza medica di emergenza alle popolazioni colpite da crisi umanitarie (catastrofi naturali, epidemie, guerre,…); e quello di portare testimonianze sulle crisi umanitarie affrontate e di denunciare le storture da cui le crisi umanitarie sono generate. Al momento Medici Senza Frontiere opera in 70 paesi, in cui lavorano i suoi 34.000 operatori umanitari (medici, infermieri, tecnici amministrativi, logisti). A supporto della loro azione ci sono in Italia 14 gruppi locali, fra cui quello torinese. L’azione dei gruppi locali è volta a sensibilizzare la popolazione sulle crisi umanitarie, a provvedere alla raccolta fondi, a dare visibilità locale alla azione generale di Medici Senza Frontiere. In aggiunta, il gruppo torinese di Medici Senza Frontiere fornisce aiuto a 1.300 rifugiati che abitano in condizione precaria in 4 palazzine dell’ex villaggio olimpico di v. Giordano Bruno a Torino.

DESCRIZIONE CORSO
L’apporto di Medici Senza Frontiere avviene in due incontri:
- il primo, dedicato al tema della azione di Medici Senza Frontiere nei luoghi ove si presentano le crisi umanitarie e dai quali partono i movimenti di migrazione “forzata”. Verrà proiettato il film “Dust” (40 minuti; in italiano), nel quale gli autori del reportage, che saranno presenti all’incontro, si sono appoggiati alle strutture, in Kurdistan, di MSF: ma descrivono anche, in generale, le condizioni sociali, economiche, militari ed ambientali della zona e della popolazione;
- il secondo incontro è dedicato a cosa fa Medici Senza Frontiere, per sostenere i migranti nel loro viaggio verso i paesi più fortunati. A questo incontro parteciperà una operatrice umanitaria che ha lavorato per tre mesi su una nave di Medici Senza Frontiere che opera nel canale di Sicilia a soccorso dei barconi di migranti in pericolo naufragio.
Nel mese di febbraio 2018, verrà proposta una mostra di MSF, sulla storia delle principali crisi umanitarie degli ultimi decenni e sull’azione, in questo ambito, di MSF stessa.

12 febbraio
19 febbraio
16,00/17,15


Corso 31
LE MOLECOLE CHE HANNO CAMBIATO IL CORSO DELLA STORIA
(parte seconda)

DOCENTE
Lorenza ANDORNO
ha frequentato il liceo classico "Gioberti" di Torino e si è laureata in Farmacia presso l'Università di Torino. Dopo aver conseguito l'abilitazione all'insegnamento delle Scienze Naturali nelle scuole medie superiori, è stata docente di queste materie, prima nelle scuole medie, poi nell'I.T.I.S "L. DaVinci" (ora " Europa Unita") di Chivasso, fino al momento della pensione. Nei passati anni ha tenuto corsi presso la nostra UNIVERSITA’ della TERZA ETA’

DESCRIZIONE CORSO
Racconteremo quest’anno nuove storie di molecole, ossia di composti chimici che hanno un ruolo importante nella nostra vita quotidiana e che, in passato, hanno influenzato nel bene e nel male i grandi eventi della Storia.
Alcuni di questi composti hanno arrecato benefici, curato malattie, alleviato sofferenze; altri, utilizzati in modo improprio, hanno causato danni, scatenato guerre, portato profitti enormi ad alcuni stati e contemporaneamente ne hanno impoverito altri.
Gli eventi storici sono sempre determinati da più cause, ma è indiscutibile che all’origine di ogni cambiamento epocale ci siano state spesso molecole “buone”, come quelle alla base di farmaci efficaci (aspirina, penicillina, chinina), e molecole “cattive”, come quelle della stregoneria (gli alcaloidi della belladonna, del giusquiamo, della segale cornuta).

14 febbraio
21 febbraio
16,00/17,15


Corso 32
POETI ITALIANI DA PASCOLI A D’ANNUNZIO


DOCENTE
Marilena PEDROTTI
- Nata e cresciuta a Chivasso, ha conseguito la maturità classica presso il Liceo classico cittadino, allora succursale del Liceo Gioberti di Torino. Si è laureata nel 1980,presso la Facoltà di Lettere dell'Università di Torino, con una tesi sperimentale sulla poesia della Resistenza, pubblicata nel 1984 col titolo "Resistenza e poesia" , ed. Il Ventaglio (Roma). Si è dedicata all'insegnamento sia presso le scuole medie inferiori che in quelle superiori del territorio, fin dai primi anni '80, continuando a coltivare la passione per la storia e la letteratura. Ha descritto la sua esperienza di giovane docente nel breve diario, intitolato "I segreti dell'aula", presentato a Chivasso nel 1994. Autrice di varie mostre fotografico-letterarie e di carattere storico, attualmente insegna presso il Liceo Martinetti di Caluso

DESCRIZIONE CORSO
La poesia (dal greco ..., poiesis, con il significato di "creazione") è una forma d'arte che crea, con la scelta e l'accostamento di parole secondo particolari leggi metriche (che non possono essere ignorate dall'autore), un componimento fatto di frasi dette versi, in cui il significato semantico si lega al suono musicale dei fonemi. La poesia ha quindi in sé alcune qualità della musica e riesce a trasmettere concetti e stati d'animo in maniera più evocativa e potente di quanto faccia la prosa, in cui le parole non sottostanno alla metrica.
Esamineremo il contributo offerto a questa forma di arte dai più grandi poeti della storia letteraria italiana, da Giovanni Pascoli a Gabriele D’Annunzio.

20 febbraio
27 febbraio
16,00/17,15


Corso 33
LA RUSSIA CONTEMPORANEA: da Stalin a Gorbacev

DOCENTE
Carlo CASALINO
- Ex dirigente Olivetti in pensione ho trascorso, per motivi di lavoro, cinque anni, dal 1982 al 1987, a Mosca.
Per l'ex URSS sono stati anni politicamente molto intensi passando dalla confederazione delle repubbliche socialiste sovietiche ad una comunità di stati indipendenti (almeno sulla carta). A Mosca e a San Pietroburgo la popolazione respirava un'aria nuova: di attesa di un miglioramento del tenore di vita, di salari dignitosi e di libertà di movimento individuale: una strada che sarebbe stata lunga ...molto lunga. Cercheremo di raccontare tutto questo: lo sfaldamento di un impero duro e ferreo che ha coinvolto la vita di 200 milioni di persone, con notizie storiche e brevi racconti di vita quotidiana, sperando, senza presunzione, di darne se non una fotografia almeno uno schizzo vicino al vero. Il nostro racconto terminerà a pochi mesi di distanza dalla caduta del muro di Berlino. .

DESCRIZIONE CORSO
Il corso di quest’anno verterà sui caratteri e le trasformazioni della Russia contemporanea; i temi trattati saranno i seguenti:

La fine di Stalin
L'Unione sovietica dopo Stalin
L’orrore dei Gulag
Da Andropov a Gorbacev
Dalla svolta democratica alla fine dell'URSS
Da Eltsin a Putin
La lunga transizione economica
La vita di tutti i giorni
Le guerre post sovietiche

26 febbraio
05 marzo
16,00/17,15


Corso 34
STORIA DI PIANTE MEDICINALI PARTICOLARMENTE INTERESSANTI

DOCENTE
Pierangelo LOMAGNO
- Nato a Torino il 23.10.1940, laureato in Farmacia presso l'Università di Torino nel 1965 ed in Medicina e Chirurgia nel 1978. Ha svolto attività lavorativa come direttore di farmacie ospedaliere e coordinatore sanitario di ASL.
Da più di un trentennio si dedica alla storia della farmacia e della medicina ed ha pubblicato numerose monografie e testi in queste materie.
Ha svolto per molti anni attività di docente presso la Scuola di specializzazione in Farmacia ospedaliera dell'Università di Torino.
E' presidente del C.I.S.A.F (Collegio indipendente subalpino di arti farmaceutiche) e fa parte del Consiglio di Reggenza dell'Accademia Italiana di Storia della Farmacia.

DESCRIZIONE CORSO
Una pianta medicinale, secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), è un organismo vegetale che contiene in uno dei suoi organi sostanze che possono essere utilizzate a fini terapeutici o che sono i precursori di emisintesi di specie farmaceutiche. Si va sempre più affermando il concetto di fitocomplesso, quale insieme di sostanze di origine vegetale non riproducibili per sintesi chimica. Il fitocomplesso va inteso come l'insieme di una quantità di principi attivi, noti e non, farmacologicamente attivi, e di sostanze che aiutano l'azione dei primi, pur essendo di per sé queste ultime farmacologicamente inattive. L'insieme delle interazioni dei primi (i principi attivi) e dei secondi (i coadiuvanti) determina le azioni note del fitocomplesso.
Sempre secondo l'OMS circa il 25% dei moderni farmaci usati in USA sono di origine vegetale; inoltre sono 7.000 circa i composti medici, presenti nella moderna farmacopea, derivati da piante.

28 febbraio
07 marzo
16,00/17,15



Corso 35
IL PIEMONTE E LA SUA STORIA

IL DOCENTE
Claudio CASTELLO
- Laureato in Scienze dei Beni culturali con indirizzo archeologico presso la facoltà dell’Università degli Studi di Torino, nel 2008 inizia a lavorare nel campo dei beni culturali, con i primi cantieri e i primi Musei. Nel 2008 è a Tarquinia, scavo su Sito Unesco della Doganaccia, necropoli dei Monterozzi. Lo scavo, durato fino al 2013 porterà alla scoperta di una tomba intatta risalente circa al 600 a.C. Sempre nel 2008 inizia a lavorare in collaborazione con il Museo Egizio di Torino, occupandosi di didattica e divulgazione. Nel 2013 dopo vari scavi e chiusa la collaborazione con il Museo Egizio di Torino, apre una ditta individuale (Ar.eS.) che si occupa, coadiuvata da varie figure professionali, di scavi archeologici, restauro, didattica presso le scuole, viaggi archeologici. Gli scavi effettuati negli anni sono: Tarquinia, Costigliole Saluzzo, Aosta, Cavour, Alba, Populonia (Piombino), Ivrea e quest’anno in collaborazione con il trust di scopo Sostratos scaverà ad Orvieto (Necropoli di Crocifisso del Tufo- Patrimonio Unesco- Civiltà etrusca). Nel 2010 in collaborazione con il professor Mandolesi scrive le sue prime pubblicazioni Nel 2012, insieme con Alessandro Pane, apre un’associazione Culturale, ArS, con la quale si occupa di divulgazione e promozione territoriale.

DESCRIZIONE CORSO
Spesso si conoscono bene le altre civiltà e regioni, oppure direttamente altre nazioni. Pensiamo sempre che nelle altre parti d’Italia o del mondo ci sia il meglio, perché spesso conosciamo poco del nostro territorio e non ci rendiamo conto dei tesori artistici ed archeologici che nasconde. A partire dalla preistoria vedremo l’evoluzione storica e culturale della nostra amata regione, sottolineandone le peculiarità. L’uditore potrà così immergersi nella storia delle sue radici e scoprire che in Piemonte abbiamo le pitture rupestri più antiche d’Italia oppure che in un sito vicino a casa nostra sono stati scoperti il maggior numero di bronzi dell’Italia Settentrionale.

01 marzo
08 marzo
16,00/17,15


Corso 36
STORIA DI CHIVASSO – IL MEDIOEVO

DOCENTE
Fabrizio SPEGIS
, studioso di storia locale piemontese, è professore di Italiano, Latino e Storia presso l’Istituto di Istruzione Superiore “Europa Unita” di Chivasso. Fondatore e Presidente della Società Storica Chivassese, è autore di numerose pubblicazioni sulla storia locale di Chivasso e Verolengo.

DESCRIZIONE CORSO
Prosegue il progetto pluriennale, iniziato lo scorso anno, dello studio sulla Storia di Chivasso realizzato con la collaborazione della Società Storica Chivassese.
Attraverso tale progetto e con la collaborazione di vari studiosi stiamo percorrendo la storia della nostra Città nel corso dei secoli fino al secolo scorso. Quest’anno ci occuperemo del Medioevo.
Al termine dell’anno sarà pubblicato il primo volume che vedrà riassunte le lezioni dei due anni (le origini e il medioevo).

06 marzo
13 marzo
20 marzo
16,00/17,15


Corso 37
DAL MONDO MUSICALE CLASSICO AL POP-ROCK

DOCENTI
(Istituto musicale Sinigalia)

Sandro MARROCU
- Ha compiuto i propri studi musicali presso il Conservatorio di Torino diplomandosi in pianoforte. Corsi di perfezionamento e masterclasses. Presso l’Accademia Filarmonica di Bologna un biennio per la ricerca nel campo della pedagogia musicale ed ha poi collaborato con l’Università di Bologna. Laureato in "Storia e critica delle culture e dei beni musicali". Borsa di studi presso l’Università di Roma e Dottorato di ricerca in Musicologia. Alcuni dei suoi studi sulla musica contemporanea italiana sono stati presentati nei congressi europei di analisi e teoria della musica e pubblicati in U.S.A. Ospite di alcuni tra i più importanti eventi e festival europei (tra cui gli Internationalen Ferienkursen für Neue Musik 2014 di Darmstadt, l’ULTIMA FESTIVAL 2014 di Oslo). Docente di pianoforte presso l’Istituto Musicale Comunale “ L. Sinigaglia” di Chivasso e titolare del corso di "Storia della Musica Elettroacustica" presso il Conservatorio “A. Pedrollo” di Vicenza

Sandro SERRA - Studia la batteria dal 1988 al 1992 con Giampaolo Petrini, con Riccardo Ferrero teoria e solfeggio, presso la Scuola Comunale Musicale di Orbassano e dal 2000 ad oggi, studia con Marco Volpe. Dal 2010 al 2013 studia la batteria con Lele Melotti e Roberto Testa, il pianoforte con Riccardo Zegna, tecniche di improvvisazione con Riccardo Fioravanti, presso il Conservatorio di Cuneo dove nel 2014 consegue la Laurea con 110 e Lode. È da numerosi anni insegnante di Batteria e Musica d’insieme presso l’Istituto Musicale Comunale L. Sinigaglia e presso varie strutture scolastiche nella provincia di Torino.

DESCRIZIONE CORSO
Proseguendo il discorso avviato lo scorso anno accademico, verranno presentate due lezioni da due docenti specializzati che ci aiuteranno ad approfondire il discorso su un periodo storico colmo di stili musicali così diversi tra loro. Dal mondo classico al mondo del pop-rock alla ricerca di temi, significati e contenuti accompagnati da ascolti, immagini, riflessioni e racconti al pianoforte alla scoperta del romanticismo della modernità e della postmodernità. Concluderà il ciclo di incontri, un concerto a cura degli allievi dell’Istituto Musicale Comunale Sinigaglia.
“Racconti al pianoforte: romanticismo, modernità, postmodernità” (Sandro Marrocu)-
- “Un viaggio attraverso i tempi e i generi” (Sandro Serra)
- “Concerto a cura degli allievi dell’Istituto”

12 marzo
19 marzo
26 marzo (Concerto)
16,00/17,15


Corso 38
IL VERCELLESE fra arte, storia ed economia

LA DOCENTE
Miriam CANONICA
è laureata in Lettere all’Università del Piemonte Orientale con una tesi in Storia dell’arte medioevale dal titolo “L’abbazia cistercense di Santa Maria di Lucedio. Studio delle fasi di utilizzo del complesso monastico alla luce della documentazione storica fino al XIX secolo”. Ha frequentato un Master universitario in “Identità, creatività e territorio”: promozione territoriale, recupero e fruizione turistica delle tradizioni locali e degli Ecomusei della Regione Piemonte. Ha svolto attività di docenza in corsi di formazione professionale.
E’ Guida turistica abilitata dalla Provincia di Torino e svolge attività di Guida con una struttura professionale

DESCRIZIONE CORSO
Vercelli e vercellese costituiscono un unicum di storia, arte ed economia. Quest’anno studieremo questo territorio in due incontri:
- Vercelli: storia, arte ed economia di una città protagonista del medioevo.
- Il riso: la storia, le tradizioni e la cultura di un territorio fortemente antropizzato
Al termine verrà organizzata (venerdì 23 marzo) una visita guidata alla città di Vercelli e in un Molino tipico del vercellese (Molino San Giovanni a Fontanetto Po)

14 marzo
21 marzo
23 marzo (Visita guidata)
16,00/17,15


Corso 39
IMPARARE A LEGGERE I MITI CLASSICI

DOCENTE
Stefano CAMPANA
- Frate cappuccino, licenziato in Teologia presso la Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale , laureato in lettere presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Per anni professore di Lettere presso i Licei Statali di Torino. Più volte Ministro Provinciale dei Frati Cappuccini del Piemonte, Visitatore dei Frati Cappuccini della Provincia di Parigi. Fondatore della Cooperativa sociale per immigrati “La Ringhiera” di Torino.

DESCRIZIONE CORSO
Un mito (dal greco ..., mythos, pronuncia müthos) è una narrazione investita di sacralità relativa alle origini del mondo o alle modalità con cui il mondo stesso e le creature viventi hanno raggiunto la forma presente in un certo contesto socio culturale o in un popolo specifico.
Di solito i suoi protagonisti sono dei ed eroi come protagonisti delle origini del mondo in un contesto sacrale.
Nelle due lezioni vedremo come i Miti, in particolare i Miti classici, non sono solo racconti di fantasia, ma autentiche interpretazioni della condizione umana.

15 marzo 2018
22 marzo
16,00/17,15


Corso 40
TEMI DI LEGISLAZIONE

DOCENTE
Marinella TERRAGNI
è avvocato presso il Foro di Torino. Da anni impegnata in attività di volontariato nel settore dei movimenti dei Consumatori, collabora da anni con l’Università della Terza Età di Chivasso nello Sportello del Cittadino

DESCRIZIONE CORSO
L'amministrazione di sostegno. L’amministratore di sostegno è una figura istituita per quelle persone che, per effetto di un’infermità o di una menomazione fisica o psichica, si trovano nell’impossibilità, anche parziale o temporanea, di provvedere ai propri interessi.
Gli anziani e i disabili, ma anche gli alcolisti, i tossicodipendenti, le persone detenute, i malati terminali possono ottenere, anche in previsione di una propria eventuale futura incapacità, che il giudice tutelare nomini una persona che abbia cura della loro persona e del loro patrimonio.
Cenni in tema di successione.Esistono due tipi di successione: testamentaria, quando è regolata da un testamento o legittima quando è disciplinata esclusivamente dalla legge. In ogni caso il nostro ordinamento stabilisce che una quota di eredità, la legittima, spetta di diritto ai parenti più stretti. Grazie alla sua preparazione specifica in materia, l’intervento del notaio è di estrema importanza per compiere le scelte più adeguate alle proprie esigenze e tutti i passaggi per una successione sicura.

2 27 marzo
3 aprile
16,00/17,15


Corso 41
LA DEGUSTAZIONE DEI VINI

IL DOCENTE
Claudio CAVI
, classe 1953, è diplomato in Ragioneria. Ha conseguito l’attestato di Sommelier presso l’A.I.S. (Associazione Italiana Sommelier), la Patente di Assaggiatore di Caffe’ presso l’I.I.A.C. (Istituto Internazionale Assaggiatori Caffè), l’Abilitazione alla preparazione dell’Espresso italiano presso “Espresso Italiano Specialist”, il Diploma di Assaggiatore Formaggi presso l’Onaf (Organizzazione Nazionale Assaggiatori Formaggi), l’ Attestato Degustatore Ufficiale presso l’A.I.S. (Associazione Italiana Sommelier), l’ Attestato Tecniche di Comunicazione presso l’A.I.S. (Associazione Italiana Sommelier). E’ stato co-titolare di alcune società agricole di produzione uve e confezionamento vini.

DESCRIZIONE CORSO
La fermentazione del vino
La vinificazione in rosso, la vinificazione in bianco, la vinificazione in rosa
La fermentazione malolattica
I vini spumanti
Metodo Classico (o Champenoise) , Metodo in Autoclave (o Charmat)
I vini passiti
Vini e Vitigni
Barbera, Nebbiolo, Arneis,Cortese, Erbaluce
Degustazione
Visivo, Olfattivo, Gusto-olfattivo
Eventuale degustazione di un vino a fine incontro

28 marzo
19 aprile
16,00/17,15


Corso 42
NUOVE FRONTIERE DELL’ONCOLOGIA

IL DOCENTE
Libero CIUFFREDA - Laureato presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Torino il 20 ottobre 1983. Abilitato all’esercizio della professione medica nella seconda sessione 1983. Dall’81 all’83 ha frequentato come allievo volontario e in qualità di Assistente Medico specializzando, la Divisione di Oncologia Medica del San Giovanni Antica Sede di Torino, diretta dal Prof. Alessandro Calciati. Specializzato in Oncologia nel 1986 presso la Scuola di Specializzazione dell’Università degli Studi di Torino.Presso l’U.S.S.L. n° 39 ha svolto attività di Assistente di Igiene e Sanità Pubblica (Medico del Lavoro), Medico di Base Convenzionato U.S.S.L.39 negli anni 1987e 1988. Ha ricoperto un posto di ruolo di Assistente Medico di Medicina Generale presso l’Ospedale Civico di
Chivasso (TO), dal 1988 al 1994; dal 1994 nominato Aiuto Corresponsabile e quindi
Dirigente Medico di I° Livello nella stessa Divisione fino a fine 1998.Dal 26/10/1998 ricopre un posto di Dirigente Medico presso la Struttura Complessa a Direzione Ospedaliera di Oncologia Medica, dell’A.S.O. San Giovanni Battista – Molinette di Torino. Dal 2002 svolge attività di docenza al corso di Laurea in Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi del Piemonte Orientale “A. Avogadro”, nell’ambito del Corso Integrato di Oncologia Medica. Dal 27/4/05 a tutt’oggi Direttore S.C. Oncologia Medica 1 dell’A.S.O. San Giovanni Battista - Molinette di Torino.

DESCRIZIONE CORSO
Nel primo intervento verranno illustrate le nuove frontiere dell’oncologia e i principali risultati raggiunti in questi ultimi anni.
Nel secondo incontro verranno illustrati i risultati di una Missione compiuta da medici piemontesi nella ex-Jugoslavia con la collaborazione della struttura medica locale per la prevenzione cura dei tumori (presentazione del libro “Tra il bene e il male. La Bosnia, il dopoguerra, la battaglia contro i tumori e inquinamento a Zenica”.

29 marzo
5 aprile
16,00/17,15


Corso 43
FONDAMENTI DI FITOTERAPIA

LA DOCENTE
Michela CLEMENTE è una biologa ed autrice scientifica esperta in fitoterapia clinica e nutrizione. Ha frequentato il master in Fitoterapia Clinica acquisito presso l’Università di Firenze con una borsa di studio al merito per la tesi “Cannabis, novità in terapia”. In qualità di biologa ha proseguito il percorso di specializzazione in nutrizione umana, ambito in cui svolge corsi di aggiornamento. Ha partecipato come relatrice ad alcuni convegni interdisciplinari. In qualità di Tutor e coordinatrice ha progettato corsi di formazione sociale e laboratori di cosmesi. Scrive di scienza e per la scienza. Dall'inizio del 2017 è Autrice scientifica del mensile L'Altra Medicina in edicola e della rivista Vita e Salute in abbonamento. Collabora, in qualità di esperta in fitoterapia, con alcuni siti di settore. Il percorso lavorativo nell’ambito della comunicazione si è recentemente arricchito di una nuova esperienza attraverso la partecipazione come esperta di salute e benessere in un programma radiofonico. E’ membro dell’Associazione Studi e Ricerca Aquetica.

DESCRIZIONE CORSO
Il corso ha come obiettivo la conoscenza base della Fitoterapia e del suo utilizzo come medicina integrativa. Identificazione ed impiego delle principali erbe officinali utilizzate in farmacologia.

Alla scoperta della Fitoterapia - Definizione di Fitoterapia. Nascita e Ri-scoperta della Fitoterapia nel ventesimo secolo. Medicine Integrative a confronto, Fitoterapia e Omeopatia. I tesori farmacologici della fitoterapia e le insidie del naturale.

Fitoterapia: istruzioni per l’uso. Le erbe officinali utili nei piccoli disturbi quotidiani: coltiviamole e riconosciamole. Consigli e metodi di utilizzo. Didattica di alcune preparazioni base (Alcolato alla Melissa dei Frati Carmelitani, Crema Base antinfiammatoria alla Lavanda, Mielito antitussivo al Timo)

04 aprile
12 aprile
16,00/17,15


Corso 44
IL COMPIANTO DELLA CHIESA DI S.MARIA ASSUNTA IN CHIVASSO

LA DOCENTE
Maria Grazia MORELLO si è laureata all’Università di Torino in Lettere Moderne, con indirizzo storico artistico (Storia dell’Arte, Filologia Romanza, Paleografia latina e Estetica). Ha compiuto studi specifici sulle terrecotte e sul Compianto sito nella Chiesa Collegiata di Santa Maria Assunta in Chivasso

DESCRIZIONE CORSO
Gli incontri verteranno l’impiego della terracotta nel Quattrocento, tecnica artistica tra le più caratterizzanti della produzione figurativa della seconda metà del secolo nel nostro territorio, e la diffusione dei Compianti.
Nel primo incontro si affronteranno gli aspetti connessi alle fasi di produzione delle opere in terracotta, i momenti della sua affermazione e le problematiche che hanno portato al suo oblio nel corso del tempo.
Nel secondo incontro si illustrerà la diffusione di un genere tra i più raffigurati nell’ambito della produzione fittile, il Compianto sul Cristo morto, di cui Chivasso conserva una preziosa testimonianza.
Seguirà, nell’ultimo incontro, una visita diretta del Compianto conservato nella chiesa di Santa Maria Assunta.

09 aprile
16 aprile
16,00/17,15


Corso 45
LA PINACOTECA BRERA DI MILANO

DOCENTE
Cristina DE MEGLIO
- Nata a Torino il 27 settembre 1951 - Coniugata con Luigi Giorgio D'Adamo
Laureata in Architettura presso il Politecnico di Torino il 18 dicembre 1975 con 110/110 e lode
Dal 1976 al 2009 docente di Storia dell'Arte presso Licei classici, artistici e scientifici statali di Milano, Brescia, Torino e Chivasso (Newton)
Dal 1990 video-maker di eventi artistici.

DESCRIZIONE CORSO
Quest’anno ci occuperemo della "Pinacoteca Nazionale di Brera", un museo di statura internazionale!
1* incontro: Storia del Palazzo di Brera che, oltre alla Pinacoteca, ospita anche altre istituzioni: la Biblioteca Nazionale Braidense, l'osservatorio di Brera, l'Orto Botanico, l'Istituto Lombardo di Scienze e Lettere e l'Accademia di Belle Arti.
2* incontro: Storia della Pinacoteca e descrizione del percorso espositivo
3* incontro: Analisi dettagliata di alcuni capolavori di eccezionale importanza, in continuità con lo studio del Rinascimento, effettuato nell'anno accademico appena trascorso. Si studieranno opere di Piero della Francesca, Perugino, Raffaello, Bramante, Mantegna, Lorenzo Lotto, Gentile e Giovanni Bellini, Tiziano, Tintoretto, Veronese ed altri ancora. Caravaggio , come la volta scorsa, sarà presente con un'opera importantissima.
Il 4 maggio andremo insieme a visitare la Pinacoteca.

10 aprile
17 aprile
24 aprile
04 maggio (Visita guidata)
16,00/17,15


Corso 46
SALUZZO E HANS CLEMER

DOCENTE
Giorgio NIGRA
- Laureato in Filologia Germanica con una tesi di traduzione dall’ islandese antico all’italiano nella Facoltà di Lingue e Letterature moderne presso l’università di Torino. A seguito dell’originalità e unicità della tesi durante un soggiorno in Islanda è stato ricevuto dal presidente della Repubblica. Ha approfondito i suoi studi e la conoscenza della lingua tedesca a Monaco di Baviera e quella inglese a Londra, Bath; ha lavorato a Berlino presso la Camera di Commercio Italo Tedesca. Ritornato in Italia, dopo un breve periodo nel quale ha ricoperto ruolo di referente commerciale per i paesi di lingua inglese e tedesca in aziende del settore auto, ha conciliato la sua passione per lo studio delle lingue aprendo un’agenzia di traduzione e interpretariato (www.languagepoint.it) e la passione del viaggiare del conoscere e far conoscere le meraviglie storico architettonico paesaggistiche legate al territorio svolgendo l’attività di accompagnatore e guida turistica in tedesco e inglese (www. piedmontguide.it)

DESCRIZIONE CORSO
Hans Clemer, detto Maestro d'Elva (Fiandre, ante 1480 – Piemonte, post 1512), è stato un pittore fiammingo naturalizzato francese attivo in Piemonte nella zona di Saluzzo. Fu esponente della pittura gotico-fiamminga.
Tema degli incontri sarà:
• Saluzzo e Hans Clemer: inquadramento storico del marchesato
• Hans Clemer: luoghi ed opere

E’ prevista una visita guidata a Saluzzo con particolare attenzione alle opere dell'artista. Nel pomeriggio trasferimento a Revello (ca.10 km da Saluzzo) per la visita della Collegiata dove sono conservate altre opere dell'artista.

11 aprile
18 aprile
20 aprile (Visita guidata)
16,00/17,15


Corso 47
NEL PRINCIPIO: i racconti di Genesi 1-11

DOCENTE


Marco GISOLA
, 49 anni, di Torre Pellice, è il nuovo pastore della chiesa valdese di Chivasso. E’ sposato e ha due figli.
Ha studiato presso la Facoltà Valdese di teologia di Roma e poi un anno presso la Facoltà di teologia evangelica di Marburg (Germania). Pastore dal 1998 è stato a Carrara, Ivrea, Aosta, Pinerolo.

DESCRIZIONE CORSO
I racconti dei primi undici capitoli della Genesi sono tra i più conosciuti della Bibbia. Sono racconti molto belli e molto interessanti e vale la pena di ritornarci per cercare di capire che cosa essi ci vogliano dire. Il popolo di Israele non esiste ancora; solo più avanti, con la “chiamata” di Abramo inizierà la storia della famiglia che diventerà il popolo eletto.
Genesi 1 – 11 parlano dunque dell’umanità in genere, del suo rapporto con Dio e del rapporto degli esseri umani gli uni con gli altri.In questi capitoli incontriamo i racconti della Creazione (che viene narrata due volte nei primi due capitoli della Genesi in due modi molto diversi l’uno dall’altro...!), le storie di Adamo ed Eva, di Caino e Abele, di Noè e del diluvio, della torre di Babele…
Ma questi racconti non narrano soltanto storie lontane, ma raccontano la nostra storia e ci invitano a identificarci con i personaggi di cui parlano. Parlano di noi perché Adamo ed Eva, Caino e Abele e gli altri personaggi di questi racconti siamo noi davanti a Dio (per chi crede) e accanto agli altri esseri umani.

26 aprile
3 maggio
9 maggio
16,00/17,15


Corso 48
LE DONNE DELLA COSTITUZIONE

DOCENTE
Margherita BARSIMI
- E' stata professoressa di Lettere per 35 anni e docente all’Università della Terza Età di Rivara per 11 anni. Collabora come pubblicista alla redazione della pagina culturale del “Corriere della Valle”, il settimanale diocesano di Aosta. Ha al suo attivo una decina di pubblicazioni di carattere storico e collabora con periodici valdostani e canavesani. E’ stata per 11 anni direttore del semestrale di informazione del Comune di Pont Saint Martin. Attualmente è direttore di un periodico aziendale. Ha scritto i testi di alcune canzoni con il musicista Carlo Benvenuto e alcune pièces teatrali. Da alcuni mesi ha contribuito a fondare l’associazione musicale Arsnova, mentre da vent’anni è presidente della Consorteria delle Ninfe del Los

DESCRIZIONE CORSO
Ma perché si parla sempre di padri della Costituzione e della Repubblica ?
Ci sono, anche, le MADRI DELLA COSTITUZIONE E DELLA REPUBBLICA, donne di valore, coraggio e intelligenza che riuscirono a far capire agli uomini l'importanza di inserire le donne nei processi democratici, come elemento fondamentale di sviluppo per un popolo. Le nostre MADRI COSTITUENTI sono le 21 donne elette il 2 giugno 1946 (21 su 556 componenti l'Assemblea Costituente cioè il 3,78%).

La prima donna della Consulta a parlare in un’assemblea democratica fu Angela Guidi Cingolani che condivideva con altre elette trascorsi di prigione e di confino. Tutte le Madri lottarono e furono attente alle speranze delle italiane, per non deludere le migliaia di donne partigiane, staffette, donne antifasciste che in mille modi avevano contribuito alla Liberazione.

07 maggio
16 maggio
16,00/17,15


Corso 49
L’INFLUENZA DELLA INFORMAZIONE SULLA SOCIETA’ CIVILE

DOCENTE
Beppe VALESIO
- Nato a Brusasco- Cavagnolo il 22-12-1949, giornalista, autore del libro - inchiesta "La nuvola di polvere - Cronache dalla SACA-Eternit di Cavagnolo", da giugno 2016 assessore alla cultura e vicesindaco del Comune di Brusasco, insegnante all'Unitre di Brusasco dal 2011.

DESCRIZIONE CORSO
L’informazione costituisce una componente fondamentale della nostra società, nel senso che contribuisce a far sì che il sistema democratico che ci governa, lo possa fare con le garanzie di trasparenza e di legittimità che lo caratterizzano. Ma l’Informazione è anche un potere, il “Quinto potere” come fu raffigurato da un celebre fil,m di Sidney Lumet, vincitore di un premio Oscar postumo. Un potere che può controllare ma anche destabilizzare il sistema democratico, può alimentare lotte interne e personali più che contribuire a fare chiarezza su cosa succede in un determinato sistema.
Quindi l’Informazione controlla il potere ma a sua volta i fruitori dell’Informazione debbono controllarla e verificare in ogni istante la tenuta democratica dio questo importante strumento.
La lezione di Beppe Valesio ci illustra la storia dell’Informazione e i principali casi di successo ed insuccesso della stessa.

08 maggio
16,00/17,15


Corso 50
SEGRETE E SEGRETI: STORIE SOSPESE

DOCENTE
Rosa MELLINA
- Da una ventina d’anni si dedica al volontariato culturale con incontri e conferenze. Altre attività: allestimento di mostre per enti ed associazioni; ideazione e realizzazione di programmi per le scuole Medie (anche in collaborazione con il Comune ed enti di volontariato). Ha ideato e realizzato in anni di impegno uno studio di ampio respiro che documenta sotto un profilo filologico gli affreschi sindonici en plein air in Piemonte e in Valle d’Aosta. La ricerca ha dato luogo ad una mostra itinerante, presentata anche a Chivasso, e approdata l’anno scorso a Roma nella sede della Regione Piemonte. Essa è corredata da una pubblicazione “Sindone che passione” presentata dal Consiglio Regionale, in quanto considerata un’iniziativa che sviluppa una piena valenza culturale, storica e di ricerca delle radici della nostra comunità.

DESCRIZIONE CORSO
Continua la caccia al tesoro nascosto negli antichi caveau del tempo, sotterranei, pozzi, camere segrete protette da micidiali congegni a difesa dei propri averi. Storie di amori, di religiosi,tradimenti, vicende d’armi, avventure liete o tragiche sempre connesse ad un tesoro, che talvolta è stato ritrovato con i metodi più disparati, scientifici o empirici, altre rimane sospeso nel tempo e nello spazio.
Il Piemonte offre numerose autentiche, suggestive vicende auree…
• L’oro maledetto di Ildebrando
• I gioielli di Ansgarda
• Le fondamenta del castello di Roppolo

10 maggio
17 maggio
16,00/17,15


Corso 51
SPECIALE UNI3 ESTIVA LA VAL VARAITA

DOCENTE


Gino LUSSO
- E’ stato docente di Geografia politica ed economica presso l’Università degli studi di Torino. Si è interessato in particolare delle problematiche legate all’organizzazione del territorio, sotto l’aspetto economico, politico ed ambientale. E’ autore di pubblicazioni in campo geografico e geo-politico riguardanti il nostro paese con particolare attenzione alla Regione alpina.

DESCRIZIONE CORSO
Siamo al terzo appuntamento con le vallate del nostro Piemonte, un corso sperimentale che ci ha visto percorrere negli scorsi anni le valli Pellice e Sesia.
Parleremo questa volta della Valle Varaita (val Varacha in occitano, Valvràita in piemontese, Valvrèita in Alto-piemontese), una valle della Provincia di Cuneo. Il Monviso (3.841 m) è il simbolo della valle. Insieme al Monviso, laghi, antiche borgate, piste da sci e la presenza del Bosco dell'Alevè, fanno della Valle Varaita un'apprezzata meta turistica . La valle ha inizio dai 400 metri di altitudine di Costigliole Saluzzo e si sviluppa verso Ovest in direzione pressoché rettilinea fino a Casteldelfino, ove si biforca in Valle Varaita di Bellino e Valle Varaita di Chianale. La strada principale risale quest'ultimo, fino al Colle dell'Agnello (2744 m), che chiude a monte la testata della valle, conducendo in Francia (regione del Queyras). L'intera valle è percorsa dal torrente Varaita.

22 maggio
23 maggio
24 maggio
16,00/17,15
25 maggio (Visita alla Val Varaita)


Corso 52
PREVENZIONE E CURA DEI DENTI

IL DOCENTE
Paolo ZAGARIA - Dopo aver frequentato la Clinica Odontoiatrica dell'Università di Torino,consegue la Laurea in Medicina e Chirurgia a Torino nel 1986 con la discussione di una Tesi sperimentale inerente l'odontoiatria e la chirurgia maxillo facciale.In seguito frequenta la Clinica Odontoiatrica dell'Università di Ancona, pubblicando nello stesso periodo 2 articoli scientifici.Consegue poi la Specializzazione in Odontostomatologia ad Ancona col massimo dei voti e Lode nel 1991.Ha frequentato diverse centinaia corsi di aggiornamento su argomenti inerenti l'odontoiatria in generale e l'implantologia.
Fautore del principio che è meglio conservare il più possibile tutto ciò che è naturale,dà molta importanza alla prevenzione e alla conservazione dei denti,utilizzando all'occorrenza attrezzature e tecniche moderne,come per esempio il microscopio operatorio,la piezochirurgia,la telecamera intraorale e l'ozono. Convinto che la trasparenza e la serietà professionale siano gli scopi principali del suo lavoro, è da sempre alla ricerca di una buona comunicazione e un buon dialogo col paziente, considerato non come un numero o un cliente da supermercato,ma come una persona in toto nella sua soggettività ed unicità.Esercita la libera professione a Torino presso il suo Studio privato

DESCRIZIONE CORSO
Gli argomenti trattati saranno i seguenti:
• Prevenzione e conservazione dei denti naturali:carie e parodontite nel terzo millennio
• Interazioni tra salute in generale e bocca:alcune relazioni interessanti
• Implantologia nella persona avanti cogli ann
• Discussione e domande finali da parte dei partecipanti alla serata

21 maggio 16,00/17,15